Siete in
Home > CORONAVIRUS

AGGIORNATO al 22 Giugno 2020

Una guida utile alla nostra professione in questo periodo di emergenza COVID-19

Link utili:

CASO1: Pz asintomatico contatto di contagio SCHEDA A asl 

  1. TRIAGE TELEFONICO FIMMG-SIMG
  2. Se  positivo asintomatico il MMG  invia la scheda A  a  segnalazionecovid@ausl.latina.it, specificando se lavoratore dipendente
  3. La segnalazione può anche essere fatta dal SISP.
  4. dispone isolamento fiduciario e fornisce indicazioni di comportamento, sorveglianza telefonica.
  5. Consiglia di scaricare l’App DrCovidLazio, e monitorizza la situazione del pz su DoctorCovid per Medici
  6. il DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE lo prende in carico. Solo quando il DP conferma il caso sospetto e ne fa comunicazione a cittadino, MMG ed INPS (se necessario) fornendo un numero progressivo, il MMG compila il certificato di malattia indicando i giorni, il codice fornito dal DP e il cod V29. In questo caso, vista l’alta richiesta non importa la retroattività.
  7. Finiti i 14 gg, se il pz sta bene, esce dalla quarantena, se sintomatico si passa alla FASE 2.

 

Assistito che da territorio deve entrare i RSA, se non può garantire isolamento oppure per accesso presso struttura ospedaliera pubblica ( Regione o fuori Regione) o UDI o struttura privata ( in attesa di documento di consenso con le strutture accreditate) per ricovero o per effettuazione di procedura.

Nel caso le suddette strutture richiedano l’effettuazione del tampone prima dell’accesso, in attesa di indicazioni regionali, la richiesta viene effettuata o dallo specialista dell’ospedale pubblico aziendale oppure da MMG/PLS tramite ricetta dematerializzata codice di prestazione 91.12.1_11 e codice esenzione 5G1 accompagnata da segnalazione al SISP riportando dati paziente e numero di telefono (segnalazionecovid@ausl.latina.it)

La richiesta può essere effettuata dal SISP con le modalità previste dalla regione.

 CASO2: paziente sintomatico SCHEDA B asl  

  1. TRIAGE TELEFONICO FIMMG-SIMG
  2. In base alla stadiazione si invia al 118 (fine dei compiti MMg) o si sceglie una gestione domiciliare informando anche il referente UCP qualora presente.
  3. invita il paziente a scaricare l‘APP DoctorCovid Lazio 
  4. Compilazione scheda SERESMIa
  5. prescrizione del tampone nasofaringeo attraverso compilazione della ricetta de materializzata inserendo codice di prestazione 91.12.1_11 e codice esenzione 5G1 specificando il sospetto diagnostico
  6. Invio mail della Seresmi +NRE della ricetta tampone a:
  7. Il MMG accede a http://concorsi.ausl.latina.it/covid19 usando le credenziali che utilizza per accedere all’ADI sul portale aziendale e può vedere l’esito dei tamponi e le notifiche dei suoi pazienti.
  8. Se il tampone è NEGATIVO e il pz è ASINTOMATICO, esce dal programma
  9. Se positivo: attivazione telesorveglianza del Dipartimento Prevenzione.
  10. In un caso accertato per la certificazione INPS non serve codice del Dipartimento di Prevenzione.
  11. Attraverso la telesorveglianza, il MMG insieme al CCT segue il paziente con sintomi minori a domicilio SENZA RECARSI A CASA DEL PZ ma solo in telemedicina.
  12. il MMG RICHIEDE II TAMPONE mandando una nuova mail in cui specifica i dati del paziente e del primo tampone
  13. IL MMG CONTROLLA l’esito del tampone sul http://concorsi.ausl.latina.it/covid19
  14. MMG inserisce sulla scheda SERESMI i risultati del II e III tampone e provvede a chiuderla inviandola al proprio Direttore di Distretto.
  15. Per  i casi con sintomi sospetti  per COVID19 privi di MMG/PLS nella provincia o pazienti fuori Regione/Provincia, il SISP provvede alla richiesta del tampone e alla sorveglianza/gestione del paziente. Le richieste di tamponi effettuate dal SISP in piattaforma aziendale COVID saranno prive di NRE.Per gli ospiti della RSA o comunità alloggio con sintomi sospetti, la richiesta del tampone verrà effettuata dal MMG che ha in carico l’ospite con la stessa procedura descritta, specificando nome RSA 

CASO3: paziente asintomatico che rientra nel Lazio SCHEDA C asl clicca qui

  • Il cittadino proveniente dall’estero ad eccezione di:
      • ad eccezione dei seguenti Stati: – Stati membri dell’Unione Europea – Stati parte dell’accordo Shengen – Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord – Andorra, Principato di Monaco – Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano
      •  in apparente stato di buona salute ma non in grado di poter assicurare l’assenza di contatti con persone affette da COVID-19, PROVVEDE:
    • a inviare  mail a rientrozonarossa@ausl.latina.it
    • indicando nome, cognome, codice fiscale, indirizzo, telefono mobile (cellulare), indirizzo email, medico di base e sua email, datore di lavoro e sua email, Stato di provenienza, data di arrivo in provincia di Latina, allegando un documento
    • osservare la permanenza domiciliare, il divieto di spostamenti e viaggi e di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza fino a 14 giorni dalla data del rientro, salvo comparsa di sintomatologia o diversa valutazione a cura del Dipartimento di Prevenzione.

Se in entrambi i casi, il cittadino ravvisa la comparsa di sintomi, deve comunicarlo immediatamente al proprio MMG che attiva la procedura adeguata.

SOLO DOPO che il cittadino ha provveduto a fare notifica alle strutture competenti e al proprio MMG e ha ricevuto il codice dal DIP. Prev , quest’ultimo, per i residenti in Regione Lazio, qualora sia necessario, provvede alla compilazione del certificato di MALATTIA INPS o cartaceo se militari, con la dicitura V29.0 il codice che il paziente ha ricevuto dal Dp e ne comunica notifica al Dipartimento di Prevenzione. In questo caso, vista l’alta richiesta non importa la retroattività del certificato.

Per i residenti fuori regione o sprovvisti di medico di medicina generale o pediatra di libera contattano il Dipartimento di Prevenzione territorialmente competente rispetto al luogo di isolamento che apre la procedura di isolamento e procede direttamente alla certificazione di malattia con codice v29.0.

CASO 4: PROCEDURE PER PAZIENTI CON IGG SARS-COV2 POSITIVE

Nella determinazione regionale G05717 del 13 maggio 2013 e successiva nota esplicativa del 21 maggio us sono stati pubblicati gli elenchi dei laboratori accreditati o abilitati alla effettuazione del test sierologico per la determinazione degli anticorpi verso SARS CoV2.

L’accesso all’esame sierologico per la ricerca di anticorpi anti-SARS-CoV-2 è consentito a coloro che, muniti di prescrizione su ricetta bianca del medico curante (Medico di Medicina Generale, Pediatra di Libera Scelta, specialista, medico competente, etc.) e tessera sanitaria, si presentino in una struttura autorizzata/accreditata tra quelle indicate nell’Allegato 1 della suddetta determina ).

L’assistito, in caso di risposta positiva al test sierologico, deve seguire le seguenti indicazioni:

  1. informare tempestivamente dell’esito positivo del test il proprio Medico di Medicina Generale
  2. rispettare da subito le norme legate al distanziamento sociale, anche all’interno della propria abitazione; il MMG/PLS provvede
    • alla compilazione della SCHEDA SERESMI
    • alla prescrizione del tampone nasofaringeo attraverso compilazione della ricetta dematerializzata inserendo codice di prestazione 91.12.1_11 e codice esenzione 5G1 specificando il sospetto diagnostico
    • ad inviare la scheda SERESMI e la ricetta dematerializzata al SISP alla e mail segnalazionecovid@ausl.latina.itad inviare la scheda SERESMI e se necessario al rilascio del certificato di malattia
    • dare all’assistito le seguenti indicazioni
      • 1. recarsi da solo, a partire dal giorno successivo alla prescrizione ed entro 48 ore dalla stessa, dotato della stessa prescrizione e della tessera sanitaria, con mezzo autonomo, presso una delle sedi “drive in” (Latina piazzale dell’Ospedale Goretti e Gaeta piazzale Di Liegro) aperte al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 18,00 e il sabato dalle 9,00 alle 14,00 – per l’esecuzione del tampone
      • 2. nel caso che l’utente necessiti di essere accompagnato, dovranno essere rispettate le misure di distanziamento nell’abitacolo;
      • 3. rimanere presso la propria abitazione in attesa del risultato del test molecolare e delle eventuali valutazioni da parte del SISP e del proprio Medico di Medicina Generale/Pediatra di Libera Scelta

https://www.fimmglatina.org/2020/05/15/covid-19-regione-lazio-come-fare-i-test-sierologici-in-provincia/

Print Friendly, PDF & Email

Allegati

Top

Il presente sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Sul sito trovi il documento che fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli. maggiori informazioni privacy e Cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi