Siete in
Home > News > COVID-19: REGIONE LAZIO COME FARE I TEST SIEROLOGICI IN PROVINCIA DI LATINA

COVID-19: REGIONE LAZIO COME FARE I TEST SIEROLOGICI IN PROVINCIA DI LATINA

La determina del 13 maggio 2020, n. G05717 modifica e integra la determinazione n. G05621 del 12 maggio 2020 recante: “Identificazione di anticorpi diretti verso il virus SARS-CoV-2 – percorso di esecuzione e registrazione di test sierologici mediante prelievo venoso, approvazione dell’elenco dei laboratori abilitati e ricerca del virus SARS-CoV-2”.

la Regione Lazio individua le IgG anti-SARS-CoV-2 quale riferimento di avvenuta esposizione al virus, da approfondire con la ricerca dell’RNA virale attraverso successivo test molecolare in RT-PCR

  • CASO A: CITTADINO  ASINTOMATICO SENZA SOSPETTO CLINICO -EPIDEMIOLOGICO DI MALATTIA CHE VORREBBE FARE L’INDAGINE
    • Il cittadino si recherà in un Laboratorio accreditato dalla Regione Lazio munito di ricetta bianca del proprio MMG con richiesta di “Prelievo sierologico per la ricerca di IGG CONTRO SARS-COV-2”. la Regione Lazio individua le IgG anti-SARS-CoV-2 quale riferimento di avvenuta esposizione al virus, da approfondire con la ricerca dell’RNA virale attraverso successivo test molecolare in RT-PCR.
    • Il test è a totale costo del cittadino senza oneri a carico del SSR
      1. “IgG anti-SARS-CoV-2; b) la tariffa praticata per il test per la determinazione di IgG in raffronto al valore indicato a livello regionale[1], pari a euro 15,23 (di cui euro 2,58 relativi al prelievo), la cui applicazione sarà obbligatoria per i laboratori abilitati delle strutture pubbliche”;

      [1] con riferimento al valore indicativo del test su sangue capillare indicato in euro 15,07, ricerca anticorpi da sangue venoso capillare in immunofluorescenza (codice prestazione CUR 91.16.2) allo stesso potrà essere aggiunto il valore di riferimento del prelievo di sangue capillare, pari a euro 7,00 codice di prestazione CUR 91.49.1.

  • CASO B: UN’ENTE/ASSOCIAZIONE/AZIENDA CHIEDE DI ESEGUIRE IL TEST ALLA PROPRIA COMUNITA’
    • Nell’ambito di un protocollo di sorveglianza sanitaria, la richiesta deve essere veicolata dal medico competente.
    • Può essere assicurata anche mediante la stipula di specifiche convenzioni con i laboratori abilitati (allegato 1).

Quando invece eseguire i TEST MOLECOLARI (TAMPONI NASOFARINEI)?

  • CASO C: PAZIENTE RICOVERATO O IN PS CON SOSPETTO DIAGNOSTICO
    • Il ricorso al test è disposto di norma dal medico SISP o dallo specialista ospedaliero
    • Il test molecolare per la ricerca del virus SARS-CoV-2 è effettuato a carico del Sistema Sanitario Regionale quando eseguito in caso di sospetto diagnostico
  • CITTADINO QUANDO IL TEST SIEROLOGICO è POSITIVO
  1. informa tempestivamente solo TELEFONICAMENTE dell’esito positivo del test il MMG
    1. ATTENZIONE NON DEVE RECARSI NELLO STUDIO DEL MMG!!!!
  2. attende che gli venga inviata via internet la ricetta per eseguire il tampone nasofaringeo
  3. scaricare l’APP DR COVIDper Lazio dove inserire i parametri vitali
  4. isolamento sociale
  5. entro 48 ore SI PRESENTA in auto DA SOLO (se impossibilitato al max accompagnato da una persona rispettando le distanze in auto) al DRIVE IN con CODICE FISCALE E NRE del MMG per eseguire il tampone nasofaringeo

COSA DEVE FARE IL MMG SE UN PZ GLI COMUNICA IL TEST SIEROLOGICO POSITIVO? (IN ATTESA DI PROCEDURE ASL)

  1. Invitare il pz a scaricare l’APP LAZIO COVID
  2. Porre il pz in isolamento sociale spiegando l’importanza del distanziamento e le norme di comportamento.
  3. NON RICEVERE IL PAZIENTE IN STUDIO E NON RECARSI ASSOLUTAMENTE DA LUI SE il medico NON HA DISPOSITIVI DI SICUREZZA ADEGUATI A PROTEGGERSI E EVITARE LA DIFFUSIONE DEL CONTAGIO
  4. RICETTA DEMATERIALIZZATA da inviare al paziente per via telematica:
    1. codice di prestazione 91.12.1_11
    2. codice di esenzione 5G1,
    3. specificando il sospetto diagnostico
    4. Compila scheda SERESMI e segnala il caso al proprio distretto inviando anche NRE della ricetta redatta
    5. Direttore di Distretto che provvede a notificare al Dipartimento di Prevenzione
    6. invio tramite mail.
    7. Nell’OGGETTO: distretto del medico (D1 ovvero D2,D3,D4,D5)-Cognome e Nome della persona dr.+ Cognome e Nome del medico
    8. Indirizzi mail di riferimento per i vari distretti:
  5. Spiega al PZ che munito di codice fiscale e codice NRE della ricetta dovrà entro 48 recarsi in auto da solo presso la postazione Drive IN per effettuare il tampone.
  6. RACCOMANDA AL PAZIENTE DI NON CIRCOLARE LIBERAMENTE FUORI DALL’AUTO E DI INDOSSARE MASCHERINA SENZA VALVOLGE E GUANTI.
  7. Se necessario, provvede al rilascio della certificazione di malattia senza aspettare codici dal SISP.

 

Print Friendly, PDF & Email

Allegati

Top

Il presente sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Sul sito trovi il documento che fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli. maggiori informazioni privacy e Cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi