Siete in
Home > Comunicati > FIMMG LATINA: BENVENUTO PRESIDENTE!!

FIMMG LATINA: BENVENUTO PRESIDENTE!!

TERRACINA 18 luglio 2019

Cari colleghi della Fimmg di Latina,

quando Elio Pietricola mi telefonò chiedendo la mia disponibilità a candidarmi alla Presidenza della Fimmg provinciale ho sentito il mio cuore battere forte. Il mio cuore mi diceva di accettare perché vedeva il coronamento di una carriera dedicata alla difesa della nostra categoria. Ho sempre ritenuto la nostra categoria di Medici di Famiglia quella più vicina alla gente.

Tutti i Medici si dedicano con scienza e coscienza alle cure sanitarie, ma il Medico di Famiglia mette qualcosa in più a livello di cuore e di umanità verso le persone sofferenti. “Va dove ti porta il cuore”, dice il poeta, e mi sono fatto portare, nonostante abbia molti impegni.

Sapete che oltre al mio lavoro di Medico di Famiglia, che mi impegna totalmente a favore dei miei pazienti e alla mia famiglia(oggi sono 4 volte nonno), nei ritagli di tempo mi dedico all’Ordine dei Medici, prima come Segretario, ora come Consigliere e, come Presidente, all’ISDE o Ass.Italiana Medici per l’Ambiente sez. di Latina, a cui vi invito tutti ad iscrivervi.

Sono tutte attività di volontariato, che mi hanno tenuto impegnato e mi terranno impegnato ancora, ma non ce l’ho fatta a non accettare quello che Elio, Gianni, Claudio e tutti gli amici della Fimmg mi proponevano, perchè ho capito che sarei entrato in un gruppo di amici prima di tutto e poi di colleghi con cui lavorare per la difesa della nostra categoria, elemento essenziale per me per lavorare per un impegno di volontariato come il nostro, così come è stato in tutti gli impegni di volontariato a cominciare dall’Associazione Medica Terracinese, che ancora oggi è attiva nel mio territorio.

Ci metterò tanto impegno come tutte le cose che ho fatto e che faccio e tanto impegno chiederò anche a voi come Presidente.

Quello presente è un momento importante della nostra storia di Medici di Medicina Generale, e lo dico soprattutto ai colleghi più giovani che ringrazio per aver aderito al nostro Sindacato, perché sarete voi il futuro della categoria, che è sempre stata dalla parte del paziente e dell’utente.

Siamo passati dall’inizio della Convenzione nel 1979, in cui ognuno di noi curava il proprio orticello, seguendo poco le problematiche di una categoria, considerata ingiustamente di serie b, ad oggi in cui siamo rispettati e stimati da tutti, grazie anche alla nostra capacità di crescere culturalmente, e questo grazie al lavoro di colleghi che hanno dato forza e cuore, hanno fatto valere le nostre ragioni politicamente nelle stanze dei bottoni, colleghi come Claudio Facchini e Gianni Cirilli e tutti i colleghi che hanno lavorato nei direttivi che si sono succeduti in questi anni.

Ecco da oggi in poi questo nuovo direttivo della Fimmg di Latina ha il compito di far sì che questa stima e rispetto siano mantenuti.

Non abbiate timore di far valere le nostre ragioni.

Quando per esempio arrivano richieste inappropriate da parte di colleghi ospedalieri o universitari, facciamo sì la segnalazione alla ASL, ma perdiamo due minuti del nostro tempo per scrivere su nostra carta intestata due righe per ricordare cortesemente al collega i suoi doveri.

Io lo faccio da molto tempo e la cosa è stata sempre apprezzata dai colleghi, anche perchè questo scambio di missive ci permette di capire che la burocrazia dilagante sta colpendo pure loro, per cui questo può essere nei prossimi anni l’occasione per coalizzarci con i colleghi ospedalieri per deburocratizzare questa nostra nobilissima missione.

Potremmo ripetere quel tentativo di collaborazione, iniziato nel 2001 tra Medici di famiglia e Medici ospedalieri su iniziativa dell’Ordine dei Medici di Latina con avvallo della ASL presso l’ospedale di Terracina. Gianni Cirilli lo ricorda perché lavorammo insieme, in quell’occasione.

Fu un tentativo di collaborazione proficuo in cui, partimmo dalla inappropriatezza prescrittiva dei colleghi ospedalieri per arrivare a parlare di problematiche che coinvolgevano la ASL stessa. Purtroppo, cambiata la Direzione Sanitaria della ASL di Terracina(Dott. Oriano Fantasia),la collaborazione finì di esistere.

Proviamo a riprendere quella iniziativa, programmiamo tavoli di incontro con i Medici Ospedalieri ed Universitari, con cui dovremmo collaborare per un progetto di “deburocratizzazione” della nostra professione, che ci deve vedere attivi solo nella presa in carico del paziente con un lavoro di collaborazione e su una piattaforma informatica comune, per poter ridurre le liste d’attesa, altrimenti faremo sempre il gioco della ASL, che mira ad allungare le attese per un risparmio della spesa sanitaria, con conseguente rivolgersi degli utenti alle strutture private.

Noi, come MMG abbiamo dato il buon esempio e quindi siamo affidabili, la stessa cosa non succede a livello ospedaliero; basterebbe secondo me una figura di manager per controllare quello che entra e quello che si consuma nei vari reparti. Dobbiamo capire perché è facile controllare il MMG, con una lettera mensile del responsabile farmaceutico ed è così difficile controllare tutte le categorie sanitarie che ruotano nell’ospedale, dove la spesa sanitaria è esorbitante.

A noi ci arrivano mensilmente le nostre prescrizioni, con il messaggio subliminare di “stare attento perché hai sforato”, mentre la stessa cosa non succede a livello ospedaliero.

Programmare tavoli di confronto e di collaborazione con i Medici ospedalieri ed universitari con l’avvallo della ASL per un progetto di trasparenza, potrebbe essere un’idea futura di lavoro per il nostro Sindacato.

Con questa proposta che porto alla vostra attenzione in un prossimo futuro, vi abbraccio tutti e vi ringrazio di cuore per avermi scelto a rappresentare il nostro Sindacato Fimmg Provinciale.

Pasquale Milo

Print Friendly, PDF & Email
Top

Il presente sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Sul sito trovi il documento che fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli. maggiori informazioni privacy e Cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi